ViArt
artigianato artistico vicentino
Soci fondatori
Confartigianato Vicenza
Camera di Commercio di Vicenza
Comune di Vicenza
cerca
Home » Gli espositori di ViArt » Tessitura 
Tessitura

Grande importanza hanno avuto nel tempo sia l’arte della lana che successivamente quella della seta. Oggi la grande produzione di filati, di tessuti o dei vari manufatti tessili è affidata in massima parte alle industrie; solo determinati articoli si producono ancora artigianalmente. Ma un tempo anche i più grandi laboratori non erano altro che laboratori artigiani.

Fu nel XVIII secolo che gli eventi cominciarono a prendere una svolta decisiva in seguito a quel complesso fenomeno della storia economica definito “rivoluzione industriale”. Si può quindi continuare a parlare di artigianato, anche nell’ambito delle produzioni tessili, almeno fino alla fine del Seicento. Certo è che molto lontane sono le radici della tradizione dei lanaioli nel Vicentino visto che si parla dei centonarii, dei textores e dei fullones di pannilani già nell’età romana.

Notizie fondate sull’esistenza nel Vicentino di operatori nell’arte laniera si hanno però nel XIII secolo quando lo storico Zanazzo cita alcuni documenti dai quali risulta l’esistenza qua e là, tanto nella città quanto nel distretto, di artigiani già da tempo praticanti la tessitura e le arti ad essa affini. Nel 1330 il Consiglio dei Cinquecento della città di Vicenza prese una deliberazione con la quale si concedevano particolari privilegi ai maestri e ad altri artigiani esercitanti l’arte laniera tanto in civitate Vicentine quanto in burgis dicte civitatis E questi centri sono Schio, Valdagno, Malo, Thiene, Piovene, Marostica, Lonigo ed anche l’Altipiano dei Sette Comuni. Dopo alterne vicende in Vicenza l’arte della lavorazione della lana si affievolì mentre continuò ad affermarsi nei centri minori del distretto quali Schio e Valdagno che diventarono i due più grandi poli dell’industria tessile, vanto dell’arte laniera nazionale.

 

Un tessuto è un manufatto realizzato tramite un intreccio di fili perpendicolari tra di loro. E' costituito da deu elementi: l'ordito o catena, ossia l'insieme di fili stesi sul telaio, e la trama, unico filo che percorre da una parte all'altra l'ordito.



Anna Viero
Luigi Bevilacqua
Renata Bonfanti
Allegati
segnala la pagina   stampa la pagina
Copyright ©2008-2010 ViArt srl - P.IVA, C.F. e REA 03174150247
Partners
Fondazione Villa FabrisConsorzio La GataGustartiFondazione Teatro Comunale Città di Vicenza