L’ORO E L’ARGENTO

Un posto di rilievo è occupato dalla lavorazione dell’oro e dei materiali preziosi riconosciuta a livello internazionale, che trova tracce nel territorio vicentino già in epoca paleoveneta (300 – 400 a.c.) anche se la testimonianza più sicura ci arriva dai primi documenti medioevali della Fraglia degli Orefici del 1352. Una grande spinta allo sviluppo delle botteghe di artigiani orafi, avviene poi fra il XV e il XVI secolo ad opera dell’incisore Valerio Belli la cui fama era nota in tutta Europa. Da allora, pur con dinamismo diverso, la produzione orafa a Vicenza è sempre stata ai massimi livelli qualitativi e creativi.

 

Oggi il cuore pulsante della lavorazione dell’oro e dell’argento per monili da indosso, ha il suo epicentro nel Distretto di Vicenza che oltre alla stessa città, rinomata “città dell’oro”, comprende anche i centri di Bassano del Grappa e Trissino. La provincia di Vicenza detiene oggi la leadership italiana nella produzione di oreficeria e argenteria. A favorire le relazioni internazionali e lo sviluppo del settore è la Fiera di Vicenza che, nelle sue esposizioni orafe annuali, propone novità e tendenze del settore. Passeggiando tra le vie del centro storico di Vicenza, pregna di stimoli culturali, è dunque facile trovare numerose botteghe orafe che propongono creazioni di abili artigiani, espressioni di design, creatività e stile unici.